Roll-Amour…altro giro, altro rotolo!

Comincia la seconda settimana di quarantena, ebbene si, è lunedì…ormai lo scorrere del tempo non ha più un nome, ogni giorno è lo stesso di quello precedente e di quello successivo.
Non cambia nulla.
L’unica soluzione per non impazzire è crearsi una routine, un qualcosa che ci distragga e che, in un certo qual modo, riempa le nostre giornate.
Mi ritrovo sola in un monolocale a pochi minuti dal centro di Milano, ma solo oggi mi rendo conto di quanto sia inutile l’aver voluto abitare qui a pochi passi da Porta Venezia, dal quadrilatero della moda, dal Duomo…

Anyway…da questa mattina mi sono obbligata a fare un piccolo WOD giornaliero, se volete dare un’occhiata, potete fare un giretto sulla mia pagina Instagram (roberta_gram_) 😉🤟🏻

Passiamo alla ricetta valá!

• Preparate una farifrittata, semplice, con le verdure tagliate a pezzettini (come nel mio caso), con spezie o come più vi piace! Non vi riscrivo la ricetta, perché la trovate nei vari post precedenti, ma nel caso in cui non la doveste trovare, scrivetemi pure! Mi raccomando, versatela su una teglia grande in modo da formare uno strato molto sottile! (Cuocetela in forno)

• Farcitela con uno spalmabile vegano, un filo d’olio extravergine d’oliva, affettato vegano ed un po’ di rucola

Facile facile, ottima come antipasto, un secondo o anche un aperitivo!

Perchè si, appena sarà finita questa quarantena voglio fare ventordicimila aperitivi con i miei amici!!!🍺🍻🥂🍹🍾

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

L’Italia che non si ferma!

2CD2A488-E489-4A9A-9C1D-299267644D65Le palestre sono state chiuse, ovunque!

Sono cosciente che in questo momento è l’ultimo dei problemi, siamo di fronte ad un ciclone che sta portando con sè tutto ciò che trova: la salute, l’economia, la fiducia…

Ne usciremo, ne sono convinta, ma dopo questa esperienza tutti ne saremo segnati.

Una stretta di mano perderà quella superficialità che ha sempre avuto.

Ci guarderemo con sospetto quando la metro sarà di nuovo zeppa.

Uno starnuto o un colpo di tosse ci porteranno indietro nel tempo, ad oggi, a quando ci siamo chiusi in casa per il bene di tutti.

Fatte queste fugaci e forse inutili osservazioni, ancora non riesco a capacitarmi di cosa stia succedendo e peggio ancora non ho ricordi di una Milano ridotta così in ginocchio.

“Quella sera i milanesardi si facevano veder poco per istrada. Nonostante la sua reputazione d’esser una città allegra e piena di divertimenti”

“Sono partiti a mezzanotte. Nonostante le gride che proibivano di lasciare la città e minacciavano le solite pene severissime, come la confisca delle case e di tutti i patrimoni, furono molti i nobili che fuggirono da Milano per andare a rifugiarsi nei loro possedimenti in campagna”.

<Correva l’anno 1827 quando Manzoni raccontava l’esodo dei milanesi durante la peste del ‘600 nei Promessi Sposi, oggi invece abbiamo le autocertificazioni e le deliranti scene penose alle quali abbiamo tristemente assistito. L’Italia è questa, divisa tra generosità, solidarietà e quotidiani egoismi. Ma questi ultimi non possiamo più permetterceli>

Tutti sappiamo ovviamente la situazione negli ospedali e mi pare inutile ribadirla…ma lì vanno tutti i miei pensieri, in ogni momento della giornata.

Detto questo, volevo parlare di un argomento più frivolo, ma importante per molti di noi: lo sport.

Ritorno al punto di partenza di questo post:

le palestre sono chiuse e di certo non possiamo stare 24 ore immobili su di un letto!

Per una persona come me significherebbe morire!

Così mi sono messa a guardare un po’ di canali su YouTube o Ig e con immensa gioia mi sono resa conto di non esser sola!

Ok, la smetto!!!

Tutto questo per dirvi che è pieno di work out davvero carini!

Quindi da domani, anche se per poco tempo, alzate il 🍑 dal divano e non lasciate trasportarvi dalla paura, reagite!!!

Ps ho messo questa foto per ricordarmi di non lasciarmi risucchiare nel buco nero della più competa nullafacenza!

NON MOLLATE!!!

#IOSTOACASA

Segregata in casa…breakfast or brunch? Pancakes!

Primo giorno completamente segregata in casa e già sono allo stadio “sto impazzendo”!

Ma se tutto questo dovesse servire a qualcosa, ben venga!

Step One! Per la prima volta in 5 anni non faccio colazione al bar…so…pancakes time! 🥞

 

INGREDIENTI PER LA PASTELLA:

  • 140 g di farina d’avena
  • qualche goccia di tic o dolcificante 0 cal
  • 1 cucchiaino di lievito naturale a base di cremor tartaro
  • latte di soia q.b.
  • 60 g di yogurt di soia al naturale senza zucchero
  • aroma alla mandorla
  • qualche goccia di limone
  • 1 pizzico di sale

 

INGREDIENTI PER LA “CREMA”:

  • yogurt di soia al naturale senza zucchero
  • mirtilli freschi
  • qualche goccia di tic se necessario

 

PROCEDIMENTO:

1) scaldate un padellino antiaderente

2) amalgamate tutti gli ingredienti per la pastella

3) versate una piccola mestolata di pastella nella padella ben calda e girate il pancake solo dopo che si saranno formate delle bollicine
4) frullate lo yogurt con i mirtilli

5) assemblate aggiungendo allo yogurt qualche mirtillo fresco

Rotolando a casa 🐷

Arieccomi!🙋🏻‍♀️

Primo giorno di lavoro-casa-noia mortale, ma “s’adda fare”!

Nell’attesa che arrivi Tassio, il mitico omino di Amazon Prime Now, ho preparato questo rotolo che devo dire, non è niente male!

Ovviamente ho dovuto fare di necessità virtù, racimolando avanzi a mó di aspirapolvere!🤦🏻‍♀️

Le dosi sono per una persona come la sottoscritta o anche 2/3 che non mangiano porzioni da camionista!😂

INGREDIENTI PER IL ROTOLO:

  • 150 g di ceci
  • 350 g di acqua
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 250 g di macinato di soia (soia, carote, cipolla, basilico, sale, olio extravergine d’oliva…io l’ho frullato, ma potete anche non farlo!)
  • grattugiato fresco vegetale q.b. (abbondare!)

 

INGREDIENTI PER IL RIPIENO:

  • spalmabile vegetale q.b.
  • cime di rapa q.b.

 

PROCEDIMENTO:

Non sto qui a ripetervi il procedimento per la farifrittata che ormai lo conoscete a memoria!

Cuocete la pastella ottenuta in una teglia rettangolare coperta da carta forno, lasciatela raffreddare e farcitela con lo spalmabile e le cime di rapa precedentemente saltate in padella con olio/aglio/peperoncino.

Arrotolate, tagliate a fettine e…sbaffatevela calda o a temperatura ambiente!

Rapida ed indolore!FD0DDF41-2D77-4E73-8F9F-4CEB897C5094

Milano NON SI FERMA

6889ACC7-54CE-4B9F-A9F2-E09288B3421FDopo una lunga assenza, rieccomi qui.

È passato un bel pò di tempo dall’ultimo post, sicuramente anni e molte cose sono cambiate.

Non so se c’è ancora qualcuno che segue questa pagina e non so nemmeno se qualcuno in questi anni ha provato a scrivermi.

La vita milanese mi ha risucchiata, ho lavorato per 2 anni in cucina e mi sono resa conto di come si possa perdere la vita sociale solo per seguire un sogno.

Ho deciso di ricominciare, di rimettermi in gioco, ho riso e pianto, ho smesso di cucinare, ho perso delle passioni e ne ho trovate altre…

Oggi sono qui, sul letto del mio piccolo monolocale, chiusa in casa, perché questo impone il senso civico e la difficile situazione che stiamo vivendo.

Ho deciso di restare, di non tornare ad Ischia col primo treno, di sperare che tutto prima o poi scivoli via come un brutto ricordo.

Milano NON SI FERMA, così continuo a ripetermi, ma la verità è che Milano piano piano si sta paralizzando.
Le strade sono deserte, le metro vuote, chi ancora cerca di sopravvivere alle 18 deve chiudere, ci è stato chiesto di barricarci in casa e lo stiamo facendo.
È così strano vedere un treno ad alta velocità che ad un tratto è diventato un carretto. Eppure non ci arrendiamo, non dobbiamo arrenderci!

Ma ora non voglio raccontarvi di cose tristi, voglio parlarvi di forza, di speranza e di energia positiva!
Dopo ogni tunnel c’è la luce, sempre!

Ho pensato di provare a sperimentare qualche ricetta e di fare qualche esercizio a casa in attesa che riaprano le palestre e magari condividere tutto con voi!

Vi saluto, il mio monologo per ora è giunto al termine!

Abbraccissimi!

Coco-delizia alle more

Rieccomi qua, dopo più di un mese di assenza. Un lungo mese di sole, mare, riposo e tanto divertimento.

Un mese di viaggi, incontri di amici vecchi e nuovi, di luoghi meravigliosi.

Ammetto che il passaggio dal mare alla città è stato traumatico, ma sapevo, ovviamente, che prima o poi bisogna ritornare nel tran tran della quotidianità.

La fortuna di amare il proprio lavoro, di rifugiarmi nel box di crossfit, di vivere con un’amica che ormai è una sorella ha smorzato il passaggio dalla natura alla città e mi ha fatto capire che il tempo cambia le persone, a volte anche radicalmente.

E così mi “rituffo” nella caotica Milano e pian pianino cerco di ri-ambientarmi.

Una nuova ricetta crudista e tanta voglia di riprendere a sperimentare….

 

 

Continua a leggere

Choco-cake…. versione “raw” e versione “fit”

Rieccomi con un nuovo esperimento, sia in versione “raw” (crudista), sia “fit”!

L’amore per il crudismo, mi spinge a sperimentare ed utilizzare nuovi ingredienti…ma la mia nuova droga, il CrossFit, mi sta portando a cercare nuove combinazioni alimentari, riducendo le calorie, senza però rinunciare al mio dolcetto quotidiano!😂
Eh si, la mia nuova droga, perché quello è! Ormai non ne posso più fare a meno e sapere di dover stare lontana dal box per un mese, diventa una “tragedia”! Aiutooooo, sono diventata la persona che ho sempre criticato!!!!😱
Così, questa volta, prima di passare alla ricetta, anzi alle ricette, voglio parlarvi un pó di questa “sana dipendenza”!

Quando cominciai a fare CrossFit, ormai circa 7 mesi fa, giurai a me stessa che non sarei mai diventata una di quelle “fissate”, nonostante abbia iniziato a fare sport fin da quando avevo 3 anni, ho sempre mantenuto una sorta di “distacco”.

Ma, dopo quasi 7 mesi, mi alleno 5 o se riesco 6 giorni  settimana e quando non vado mi pare che mi manchi qualcosa…dopo così poco tempo, quasi involontariamente, mi sono resa conto che una buona parte dei miei amici sono CrossFitters ed io ne sono spudoratamente diventata dipendente!

Quando poi i miei vecchi amici hanno cominciato a prendermi in giro per questa dipendenza, ho iniziato a confrontarmi con chi, come me se non peggio di me, frequenta il box tutti i giorni… Quasi tutti abbiamo cominciato ad odiare il giorno di riposo, abbiamo accettato l’idea di avere calli sulle mani (soprattutto noi donne ed anzi sono diventati quasi un vanto perché vuol dire che stiamo lavorando per migliorarci sempre di più), abbiamo messo da parte il fatto che chi ci guarda dall’esterno ci vede come masochiste che amano sottoporsi ad allenamenti devastanti… Parlare con noi a volte è come interagire con un drogato, perché, a parte le nostre attività mondane e/o lavorative, ormai siamo tutti i giorni al box (il mio la domenica è chiuso!)! Eppure stiamo bene, ci sentiamo parte di una famiglia, ci vediamo tutti i giorni, ridiamo e ci alleniamo duramente…è tutto così meraviglioso che chi non ne fa parte non può capire!

Ma ora basta la smetto! 😅 Magari state pensando “questa è sciroccata”! 😂 Passiamo alle ricette che è meglio!!!

Continua a leggere

It’s raw cake time! Deliziosi finger food crudisti al cioccolato e cacao

È da un pó che non pubblico e tante cose ci sarebbero da raccontare!

In questo mese mi sono sentita davvero una trottola, ho viaggiato tanto, conosciuto nuove persone ed ho lavorato in posti che fino a qualche anno fa sarebbero stati solo un’utopia!
Ma magari vi racconto tutto nel prossimo post!

Si riparte con un nuovo esperimento crudista e tanta voglia di ricominciare a sperimentare!
Come spesso sono solita fare, vi lascio uno stralcio dell’ultimo libro che ultimamente accompagna i miei viaggi tra una città e l’altra dell’Italia e le fermate di metro della sempre più vuota Milano…
“Come possiamo proteggerci dalla cultura della manipolazione, dove sapori e aromi sono ricreati chimicamente in laboratorio e spacciati per cibo naturale, dove la religione viene commercializzata, trasmessa in televisione, twittata, e la pubblicità ci influenza a tal punto da imporci non solo cosa mangiare, indossare, leggere e desiderare, ma anche cosa e come sognare? Abbiamo bisogno della bellezza incontaminata della verità che viene rivelata dalla narrativa, dalla poesia, dalla musica, dalle arti; abbiamo bisogno di recuperare il terzo occhio dell’immigrazione.”
Ma ora passiamo alla ricetta!
Intanto questi sono i miei ultimi giorni di lavoro, poi un mese di ferie!!! Yeeeep!
Prima di salutarvi però vorrei ringraziare Daniele ❤️ per la pazienza e l’amore che ha messo per gli scatti di queste meravigliose foto, Silvia che come sempre accompagna le mie serate padovane e mi regala momenti di gioia ed infine QVC per il blender che mi ha inviato e che ho testato per questo dolce…grazie di cuore!

Continua a leggere

Choco-raw biscuits

“L’ottimismo è un magnete della felicità. Se rimani positivo, le cose buone e le buone persone saranno attratte da te”.

Dedico questo pensiero di Mary Lou Retton ad una persona che in questi giorni ne ha bisogno, anche se il realtà tutti dovremmo vivere ogni singolo attimo della nostra attuale vita pensando sempre positivo, solo così la gioia potrà impossessarsi di noi ed inondare tutto ciò che ci circonda!

Ho perso tanti anni nel buio della rabbia verso un pessimo datore di lavoro, piuttosto che un voto magari non meritato ad un esame…ho riversato sterile rabbia in situazioni che mi hanno paralizzata, bloccando la possibilità di andare oltre. Ho sempre pensato di essere una persona in grado di rialzarsi più forte di prima, invece vivevo nell’illusione di esserlo. Ho lottato perdendomi in monologhi lamentosi, ho corso con una benda sugli occhi sperando di non perdermi, ho vissuto credendo di vivere…ma sopravvivevo. Si, sopravvivevo!

Poi una sera come tante sono andata a dormire e mi sono svegliata, nel vero senso della parola, mi sono svegliata!

Ho iniziato a lavorare su me stessa, a nutrirmi di boccate di felicità, a respirare ottimismo…ovvio la vita non è mai “rosa e fiori”, ma che importa? È proprio la salita che ci fa apprezzare la discesa!!!

Dall’oggi al domani la mia vita è cambiata, stravolta…ho incontrato tante anime lucenti che mi hanno accolta a braccia aperte e mi hanno aperto strade che prima immaginavo chiuse con un lucchetto, almeno per me!

So che ci sarà un altro cambiamento, anzi altri cambiamenti, ma non ho fretta…intanto assaporo questo nuovo vento ed aspetto il prossimo vortice!

Ma ora passiamo alla ricetta…magari nel prossimo post vi parlerò di ciò che ero, di ciò che sono e magari di quello che vorrei….

Continua a leggere

Polpettone proteico

<“Quando si diventa forti?” Chiesi.
Ed ella con un delicato sorriso rispose:
“Quando imparerai a non fare del male a nessuno”.>
– Alejandro Jodorowsky –

…E con questa bellissima frase di uno dei miei scrittori preferiti, ne approfitto per augurarvi un buon week-end, finalmenteeee!

 

Continua a leggere