Raw St. Valentine’s cake

“Esiste una bellissima leggenda giapponese che dice che ognuno di noi nasce con un filo rosso legato al migliolo della mano sinistra. Questo filo ci lega indissolubilmente alla persona che siamo destinati, l’anima gemella. Le anime unite dal filo rosso sono destinate, prima o poi, ad incontrarsi. Potranno passare anni, decenni, ma prima o poi le circostanze ci condurranno a questa persona speciale: non si può sfuggire al destino. Neanche le grandi distanze temporali o spaziali potranno impedire alle due persone di incontrarsi. Il filo rosso non potrà essere tagliato o spezzato da nessuno: il legame che simboleggia è forte, indissolubile, niente e nessuno potrà mai metterlo alla prova.”

torta di san valentino, dolce di san valentino, cioccolata, scarti centrifuga  torta di san valentino, dolce di san valentino raw, crudista, cioccolata

torta san valentino, torta con gli scarti, crudista, raw dolce crudista

 

Ingredienti:

– scarti della centrifuga di frutta (5 mele, 2 pere, 1 pezzettino di zenzero, un terzo di ananas, 3 carote)

– succo di 1 arancia bio

– buccia grattuggiata di 1 arancia bio

– 1 cucchiaino di cannella in polvere

– farina di cocco q.b.

– 1- 2 cucchiai di cacao crudo

 

Ingredienti per la copertura:

– cioccolato crudo fondente 80%

 

Procedimento:

frullate tutti gli ingredienti per la base ad eccezione della farina di cocco. Versate la farina di cocco fino a quando otterrete un impasto abbastanza sodo. Mettetelo in uno stampo a forma di cuore e lasciatelo riposare in frigo per almeno un’oretta. Mettetela nell’essicatore a 42° gradi per circa 18 ore.  Sciogliete il cioccolato a bagnomaria, ricoprite la torta e mettetela in frigo fino al momento di servirla.

Annunci

12 pensieri su “Raw St. Valentine’s cake

    1. shoponpon

      ciao Claudia…credo che quelle “stelline” siano semplice anice stellato posato sopra la torta per decorazione..giusto Roberta?

      Rispondi
  1. shoponpon

    ciao cara! ^-^
    Non ho capito cosa intendi per “scarti di centrifuga”…devo fare un frullato di tutta la frutta che indichi e poi unirla al resto degli ingredienti? Puoi darmi delucidazioni a riguardo? ^-^
    grazie e a presto!

    Rispondi
    1. robertaoo Autore articolo

      Ciao! Praticamente con l’estrattore o la centrifuga si ottiene il succo separato dalla fibra (io ho usato la fibra!) 😉
      Se non li hai basta frullare la frutta, peró attenzione che sarà più liquido!

      Rispondi
      1. shoponpon

        oh oh..mi trovo impreparata su estrattore e/o centrifuga ed essiccatore! Non li ho perchè ancora non mi son cimentata in ricette crudiste che prevedevano il loro utilizzo 😦
        Lo so che non rientra nella metodologia…ma se volessi usare il forno al posto dell’essiccatore la torta verrebbe ugualmente? Forse più in là riuscirò a comprare l’estrattore ma per ora le mie esigue finanze me lo impediscono sigh.

      2. robertaoo Autore articolo

        Ti capisco benissimo! A me lo hanno regalato! Comunque ora li trovi anche a pochi soldi….devo solo “smanettare” e cercare in rete! Secondo me col forno è fattibile, io prima di avere l’essiccatore usavi quello! 😉

  2. shoponpon

    rileggendo la ricetta mi accorgo che l’ipotesi del forno è alquanto improbabile…forse è più credibile lasciarla raffreddare in frigo come un semifreddo?

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...