Aperitiveggiando…cotolette di sedano di rapa

Stasera vi presento il mio “cavallo di battaglia” degli aperitivi! Questa volta ho utilizzato il sedano rapa ma sono ottime anche con altre verdure, tipo melanzane, zucchine, zucca etc. (se, però, optate per le melanzane, vi consiglio di tagliarle a fettine/cuocerle alla piastra/passarle nella pastella/etc….altrimenti potrebbero rimanere crude!).

cotolette di sedano rapa, spritz, accompagnare l'aperitivo, vegan, gluten free, senza glutine, antipasto veloce, creativo, veg, vegano, goloso, buono

Ingredienti per le “cotolette”:

– 1 sedano rapa

Ingredienti per la pastella (non vi lascio le quantità perchè tutto dipende dalla grandezza del vostro sedano rapa):

– farina di ceci q.b.

– erbe aromatiche q.b. (timo, dragoncello, maggiorana, rosmarino o quelle che più vi piacciono)

– acqua q.b.

– 1 pizzico di sale

Ingredienti per l’impanatura:

– farina di mais fioretto q.b.

Procedimento:

pelate il sedano rapa e tagliatelo a fettine sottili. Preparate la pastella sbattendo bene gli ingredienti e lasciatela riposare per almeno un paio d’ore. Passate ogni fettina di sedano rapa e poi nella farina di mais (vi consglio di ripetere l’operazione un paio di volte). Riscaldate un po’ d’olio evo in padella antiaderente e cuocete le cotolette su entrambi i lati, girandole appena saranno dorate. In alternativa cuocetele in forno ventilato a 200° fino a quando avranno raggiunto un bel colorito dorato.

Annunci

10 pensieri su “Aperitiveggiando…cotolette di sedano di rapa

  1. Marcello

    Brava complimenti, un’altra idea per gustare il sedano rapa ormai immancabile nella mia cucina,usavo la panatura per le classiche melanzane , funghi ect., grazie per l’idea.

    Rispondi
  2. Valentina

    ottima idea…. ho in frigo il sedano rapa, mai assaggiato e non sapevo come farlo…. proverò sicuramente, ma volevo chiederti si cuoce in fretta così in padella o resta croccante?

    Rispondi
    1. robertaoo Autore articolo

      Ciao Valentina!

      Allora…io amo molto la cucina crudista ed il sedano rapa è un mio “alleato”, quindi, in questo caso, ho preferito non cuocerlo prima di friggerlo per due motivi:
      – essendo crudo, all’interno non assorbirà olio e la crosticina fungerà abbastanza da scudo (viceversa se, ad esempio lo avessi lessato, molto probabilmente si sarebbe “impolpato” di olio)
      – rimane un pò croccantino, ma giusto un pochetto…

      Per tirar le somme, l’effetto finale è una croccante conticinina esterna con un interno mediamente morbido e non unto!

      Se, invece, preferisci un risultato più “cotto”, potresti tagliarlo a fette e grigliarlo (faccio così per le melanzane, perché crude proprio non le tollero! 😂😹) e poi vai di pastella e farina di mais pre-frittura!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...